Italia: futuro…. in Transizione

E’ un po di giorni che ci penso……

Ragazzi miei, é cominciata la discesa del Berlusconismo. In Spagna quando Franco morí cominció un’epoca emozionante che fu battezzata come “La Transición”. Con questo termine si voleva dare risalto al processo di transizione che portava finalemnte la Spagna dalla dittatura alla democrazia (purtroppo ad oggi ancora monarchica).

Gli ultimi anni prima della morte del dittatore Spagnolo furono tempi duri, la speranza del cambiamento veniva offuscata da ingenti misure di rappresaglia che sembravano spegnere qualsiasi opportunità di miglioramento. Poi però quando Franco morí “La Transición” già aveva cominciato il suo corso.

Vi racconto questo perché vedo un’ analogia con quanto sta accadendo oggi in Italia. In questo momento stiamo vivendo gli ultimissimi anni (si purtroppo sono anni) che precedono la fine del Berlusconismo: le leggi per imbavagliare internet e la criminalizzazione definitiva della magistratura ne sono i segnali più evidenti, ma non sono i soli.

Cercano (i potenti) di conservare il potere il piú a lungo possibile, non riescono a capire che c’è un’onda di cambiamento impressionante che li seppellirá con una risata, per usare un motto tipico del ’68.

Fra pochi anni vivremo anche noi italiani la nostra propria Transizione. Un periodo che fu fantastico per la Spagna e sará meraviglioso per l’Italia.

La Transizione é un processo bellissimo. Un processo che agisce in positivo, costruendo. In Italia abbiamo già vissuto qualcosa di simile: la Resistenza, anche se in quel caso dovemmo conquistare la democrazia distruggendo (il fascismo). Sicuramente un momento epico della nostra storia. La Transizione potrebbe essere ancora più memorabile della Resistenza, proprio per questa sua componente di creazione invece che di distruzione.

La Transizione é qualcosa di simile al boom economico degli anni ’60 con l’aggiunta non solamente di una esplosione creativa culturale, ma soprattutto di un’ avanguardia politica.

Insomma la nostra Transizione permetterá la costruzione di modelli culturali e politici che ci invidieranno tutti i paesi europei. Costruiremo un’italia che riparte dal basso: tutti gli europei ci verranno dietro.

Sono emozionato. Non é esaltante poter essere la generazione che cambierá la società?

Certo c’è da aspettare ancora qualche anno. Ma ormai é li’.

E’ successo negli anni sessanta e adesso tocca a noi negli anni “dieci” (non so come si chiami la seconda decada del secondo millennio).

Italia in Transizione. Un futuro in transizione. Viva La Transizione.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

  1. zoenoyola says:

    Viva La Transizione

  2. CL says:

    Viva La Transizione

Newsletter