Metodi per la ricerca sociale partecipata

Metodi per la ricerca sociale partecipata

Metodi per la ricerca sociale partecipata 280 280 URBANOHUMANO

La pianificazione strategica, intesa come modalità per individuare le politiche da attuare, non prescinde dall’elemento partecipativo e dal coinvolgimento di coloro i quali saranno i destinatari ultimi degli interventi ipotizzati. Si muove in questa direzione il disegno di metodologie di ricerca sociale partecipata che accolgono sistemi di indagine in cui il processo decisionale pubblico assume un ruolo rilevante. Il volume di Pacinelli propone una puntuale disamina dei differenti step per impostare una ricerca sociale di tipo partecipato: essa sarà basata su un rigoroso sistema di raccolta dati quali-quantitativi, una scansione per obiettivi di conoscenza e l’elaborazione di scenari. Sulla base di questa impostazione, l’intervento degli esperti avviene quale verifica di quanto emerge dall’analisi dei dati forniti dagli attori portatori di interessi: coinvolgere questi ultimi, ed ottenerne il consenso è essenziale, in quanto la precisa individuazione degli interessi potrà rendere una maggiore fattibilità e sostenibilità di un processo effettivamente partecipato. Nella pianificazione sociale così concepita, i destinatari – efficacemente coinvolti – sono chiamati ad assumere un ruolo attivo, in quanto è richiesto loro di esprimere il parere rispetto ai bisogni esistenti e alle esigenze future e, solo in una fase successiva, saranno gli esperti ad interveniree e sistematizzare le conoscenze acquisite.
I metodi per la ricerca sociale partecipata tengono conto del ruolo assunto dai differenti soggetti nel processo decisionale e delle finalità applicative dei metodi; per assicurare un sistema analisi basato sulla partecipazione, si considera la partecipazione diretta – dei cittadini e degli utenti finali-, la partecipazione mediata – di rappresentanti di comunità e parti sociali-, e la partecipazione tecnica – degli esperti che conducono la ricerca; i metodi che saranno utilizzati terranno conto delle finalità applicative previste (metodi per la rappresentazione semplificata dei fenomeni, metodi per la rilevazione di fabbisogni e desiderata, metodi per la convergenza delle opinioni, metodi per l’analisi partecipata degli impatti).
Pur rendendo conto del ruolo centrale assunto dalla misura e valutazione del processo decisionale allargato, la metodologia presentata non tace della rilevanza dell’analisi previsionale quale base della pianificazione strategica: è infatti dall’analisi delle varie opzioni che possono verificarsi nel lungo periodo, che si può orientare un processo più consapevole per la costruzione di un futuro più vicino ai desiderata e dunque, in qualche misura, più legato ad un processo di effettiva partecipazione.

Metodi per la ricerca sociale partecipata
Antonio Pacinelli
Franco Angeli 2008 euro 17
ISBN: 978-88-464-9923-3

Agusto Giulia
fonte: www.tafter.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Your Name (required)

Your Email (required)

Subject

Your Message